Ecco un bel racconto di Clorinda, Valentino, Raffaello e Rosanna, che ci raccontano del loro viaggio alle Maldive.

05.02.106
Buon giorno Riccardo, 
Siamo arrivati! Il viaggio tutto ok, il posto stupendo. Sole, mare, tutto perfetto.
Grazie per la sua disponibilità. Quando ha delle offerte si faccia sentire! Di solito siamo un gruppo più numeroso e questi postici piacciono molto a tutti!

06.02.16
Buongiorno Riccardo e Luca!
Queste sono le nostre foto. Per chi ama le Maldive, la semplicità e la natura, questo è un posto ideale per una vacanza da sogno a un costo accessibile. La consiglierei e ci tornerei volentieri!

15.02.16
Gentilissimo Riccardo buonasera, 
siamo ritornate dal viaggio. La ringraziamo ancora per la sua disponibilità e volevamo farle sapere che abbiamo trovato quello che cercavamo. Sole, mare e natura ed è stata una vacanza fantastica! Anche i voli sono stati perfetti. Eravamo un po’ titubanti essendo la prima volta che facevamo via Internet… penso e spero di ripetere l’esperienza!

Alle Maldive il tempo passa più lentamente: l’anno viene diviso in 27 stelle (in sanscrito nakaiy). Ogni nakaiy dura circa 14 giorni ed è determinato dalle varie fasi della pesca e dell’agricoltura delle isole, occupando esattamente il proprio posto nel ciclo naturale locale. Le stagioni invece sono soltanto 2: l’hulhangu, la stagione delle piogge (per modo di dire) e del vento, dalla durata di 18 nakaiy e l’iruvai, la stagione secca, caratterizzata dai venti da est che dura 9 nakaiy.

Molto probabilmente questo complesso sistema di misurazione del tempo ha origini indiane.

Energia elettrica
Il voltaggio è 220V. È comunque conveniente munirsi di adattatore che vi consenta di utilizzare prese a due o a tre spinotti.

Acquisti/Shopping

La produzione locale non ha peculiarità particolari ma sono comunque degni di menzione parei e t-shirt spesso dipinti a mano ed i pesci intarsiati e colorati in legno così come le miniature dei dhoni, le tipiche imbarcazioni maldiviane. Per effettuare acquisti nelle isole locali l’unico strumento di pagamento è il contante in dollari USA, mentre a Male viene accettato anche l’Euro e nei negozi più organizzati anche le carte di credito principali (Visa e Master Card; in alcuni luoghi sono anche accettate American Express, JCB, Diners ed Euro Card).

 

Abbigliamento/Cosa mettere in valigia

Alle Maldive si va principalmente per godersi il sole, le belle spiagge bianche e un’acqua paradisiaca..Si consiglia perciò costume, pareo e ciabattine!! Semplificazione a parte, si un abbigliamento leggero ed informale per le serate. In alcuni resort di lusso può essere richiesto un abbigliamento più formale per la cena.

IMPORTANTE: poiché la religione ufficiale è quella musulmana, è proibito il nudismo e il bagno in topless.

Fuso Orario

Ricordatevi di mettere avanti le lancette del Vs orologio (o affidatevi all’aggiornamento automatico del GPS dei vostri smartphone) : alle Maldive abbiamo + 4 ore di differenza quando in Italia c’è l’ora solare, mentre +3 ore quando è in vigore l’ora legale.

 

Lingua

La lingua ufficiale è il Dihevi, dialetto nato dalla fusione tra la lingua araba e indiana. L’inglese è ovviamente molto diffuso compreso e parlato e si può tranquillamente considerare la seconda lingua ufficiale delle Maldive. Grazie agli importanti flussi turistici internazionali, in numerose strutture turistiche si è diffuso anche l’italiano, il francese ed il tedesco.

 

Telefono

Prefisso internazionale è 00960. La rete gsm funziona mediamente assai bene, ma in alcune isole possono esserci delle interferenze tali da rendere imperfetta la connessione.

 

Valuta

La moneta locale è la Rupia maldiviana il cui cambio con l’Euro non è fisso pertanto è soggetto a oscillazioni frequenti: di media si può dire che 1 € vale dalle 15 alle 20 rupie.

 

visitatori italiani devono essere muniti di passaporto con validità di almeno sei mesi dalla data di rientro, e alla dogana occorre esibire il biglietto aereo di ritorno. Dal 26 giugno 2012, in ottemperanza a quanto stabilito dall’Unione Europea, tutti i minori italiani che si recano all’estero devono essere muniti di documento di viaggio individuale.

La popolazione maldiviana è di origine indiana e araba. Nel tempo si è poi mescolata con popolazioni provenienti dallo Sri Lanka, dal Bangladesh e dall’Africa del Nord, in virtù di flussi migratori legati soprattutto allo sviluppo del sistema turismo.

Religione

La maggior parte dei maldiviani professa la religione Musulmana. A questo proposito merita ricordare che non è possibile praticare il nudismo, così come fare il bagno in  topless per le donne. In caso di escursioni nella capitale e nei villaggi dei pescatori, per rispetto degli abitanti del luogo, è buona norma vestirsi con bermuda  e t-shirt per gli uomini, mentre le donne è opportuno che si coprano le spalle evitando gonne o shorts eccessivamente corti.

   

Il Ramadan
Il Ramadan rappresenta uno dei periodi più importanti per la religione islamica. E’ un mese sacro durante il quale viene osservato l’astinenza da cibi, bevande e tabacco dall’alba al tramonto. La cadenza del ramadan varia a seconda del calendario lunare. La vita quotidiana si trasforma, tutto procede a rilento ed i servizi pubblici ed i negozi applicano un orario ridotto. Durante le ore del giorno i non musulmani – per rispetto nei confronti della popolazione locale – sono gentilmente invitati a evitare di mangiare, bere o fumare in luoghi pubblici.

Trattandosi di un arcipelago composto da Isole di piccole dimensioni, sul fronte della cucina, le isole Maldive non offrono delle tipicità particolari. Pesce e coccosono sostanzialmente i cibi autoctoni mentre il resto dell’approvvigionamento alimentare proviene dall’estero. 

Ovviamente alle Maldive si mangia mediamente molto bene in quanto oggi tutte le strutture ricettive ed i resort offrono un’ampia scelta gastronomica in grado di soddisfare le esigenze dei palati di una clientela internazionale. Non mancano le serate a tema dedicate alla cucina maldiviana (a base di pesce locale, riso e cocco). Nei resort di categoria superiore è possibile trovare ristoranti italiani, cinesi, giapponesi secondo la miglior tradizione della gastronomia internazionale.

Le Maldive sono una delle destinazioni turistiche più sicure dal punto di vista medico-sanitario.
Non occorrono vaccinazioni e certificazioni sanitarie, occorre solo fare una responsabile attenzione per l’esposizione al sole soprattutto durante i primi giorni. Prestate anche attenzione ai coralli spesso assai taglienti. 
Può essere utile anche munirsi di un repellente per gli insetti. In caso di necessità di cure mediche, sono numerose le strutture sanitarie sparse negli atolli
Molti resort, in particolare quelli più grandi ed attrezzati, dispongono anche di un dottore residente sull’isola. A Male sono presenti due ospedali.

Per l’ubicazione geografica, a cavallo dell’Equatore, a circa 700 km a sud-ovest dello Sri Lanka, il clima che caratterizza le Maldive è monsonico, con temperature medie piuttosto calde oscillanti – tutto l’anno – tra i 26 e i 31 gradi centigradi. 

Proprio per la loro posizione le Maldive normalmente non sono soggette ad uragani. Il monsone secco di Nord – Est comincia da dicembre fino ad aprile ed è caratterizzato da piogge deboli e poco frequenti mentre il monsone umido di Sud – Ovest, da maggio a novembre, porta piogge più frequenti che possono durare a volte anche alcune ore. 
Un’importante annotazione da fare è che le precedenti informazioni sono di natura statistica, e pertanto nel bene e nel male si deve tener conto di una certa instabilità e variabilità. Inoltre il clima equatoriale presenta anche fenomeni localizzati per cui può succedere che su un atollo piova a dirotto mentre su quello vicino ci sia il sole.. Il mare è comunque sempre caldo tutto l’anno.