Sri Lanka è sede di 8 siti Unesco, 6 Culturali e 2 Naturali: la città sacra di Anuradhapura (prima capitale del regno singalese); l’antica città di Polonnaruwa (seconda capitale del regno singalese); la rocca-fortezza e le rovine della città di Sigiriya; il Golden Temple (Tempio d’Oro) a Dambulla; il forte e la città vecchia di Galle; la città sacra di Kandy; la riserva naturale della foresta di Sinharaja; gli altopiani centrali di Sri Lanka.

Situata nella zona centro-meridionale dell’isola, la vasta area degli altopiani centrali – caratterizzata dalla rigogliosa foresta pluviale che si spinge fino anche a 2.500 metri di altitudine – comprende l’area protetta del Peak Wilderness, il Parco Nazionale di Horton Plains e la catena montuosa delle Knuckles. Scelta per la sua eccezionale biodiversità è casa di una straordinaria varietà di piante ed animali tra cui il raro leopardo di Sri Lanka.

Nel sud-ovest dello Sri Lanka, la foresta tropicale primaria di Sinharaja raccoglie il 60% delle piante endemiche (numerose delle quali assai rare), mentre oltre il 50% delle specie animali dello Sri Lanka trova casa e rifugio in questo autentico paradiso.

Luogo sacro per i buddhisti, Kandy  è stata l’ultima capitale dei re Sinhala (ovvero del regno singalese) dinastia che regno e fece prosperare lo Sri Lanka per più di 2.500 anni fino all’occupazione da parte degli inglesi avvenuta nel 1815.  Qui sorge il Tempio della Reliquia del Dente (il dente sacro del Buddha), luogo di pellegrinaggio di migliaia e migliaia di fedeli. A Kandy si tiene la più celebre e imponente celebrazione buddhista di Sri Lanka (e tra le più importanti di tutta l’Asia), la festa di Esala Perahera che per 10 giorni, ogni anno (durante il plenilunio del mese di Esala, tra luglio e agosto) vede coinvolti centinaia di danzatori, musicisti acrobati, percussionisti che animano la città con fantasmagoriche processioni. Lo spettacolo più bello ed entusiasmante è però rappresentato dalla parata di decine di elefanti addobbati e carichi di luci. Il più imponente di tutti trasporta sul suo dorso un baldacchino con la copia dello scrigno contenente la reliquia del Dente di Buddha (l’originale è conservato all’interno del Tempio)

Il Golden Temple e le Grotte di Dambulla (5 santuari) sono un luogo di pellegrinaggio da 22 secoli e rappresentano uno dei più grandi e meglio conservati esempi di grotta-tempio e monastero dello Sri Lanka. Le pitture murali e le centinaia di statue dipinte sono di straordinario interesse ed importanza.

 

 

 

 

Una delle icone di Sri Lanka. Una città costruita intorno ad un picco di granito che si staglia alto 370 mt : la “roccia del leone” (the lion’s rock), sulla cui sommità – dopo una salita di oltre 1200 gradini – sorge la reggia fortezza inespugnabile che domina la giungla tropicale da tutti i lati fatta costruire dal re Kassapa I (477-95) lì rifugiatosi dopo aver ucciso il padre. A metà della salita, attraverso un dedalo di scale e gallerie, si ammirano i celebri affreschi rupestri delle Ancelle di Sigirya.
Prima capitale religiosa e politica del regno singalese, è la più grande ed importante tra le antiche città di Sri Lanka. Sorta nel III sec a.C. racchiude il Sacro Albero di Bo, nato da un ramoscello dello stesso albero sotto cui il Buddha ricevette l’illuminazione, qui condotto e piantato da Sanghamitta, fondatrice insieme al fratello Mahinda del buddhismo in Sri Lanka. Questa città sacra visse per 1300 e fu abbandonata nel 993 in seguito ad un’invasione. Oggi grazie all’intervento di recupero che l’ha fatta riemergere dalla fittissima giungla che la nascondeva si mostra in tutta la sua bellezza con palazzi, templi, stupe e altri monumenti.

Lo sapete che Sri Lanka è uno dei maggiori produttori al mondo di ? Durante il nostro viaggio abbiamo visitato le coltivazioni che si estendono a perdita d’occhio nella zona di Nuwara Eliya. Le foglie vengono colte dalla pianta esclusivamente dalle donne perché hanno le mani più piccole. Durante la visita ad una delle piantagioni ci siamo fermati per una degustazione e ne ho assaggiati diversi tipi, tutti buonissimi..Non ho potuto esimermi anche da acquistarli per fare dei regali agli amici ed ai familiari ma soprattutto per far piacere a me stessa e sorseggiarmeli davanti al caminetto acceso e tornare con la fantasia a quella terra meravigliosaa che sa di vaniglia e di frangipane!

di Antonella Manfredi

Energia elettrica
Il voltaggio è 220V. È comunque conveniente munirsi di adattatore che vi consenta di utilizzare prese a due o a tre spinotti.

Acquisti/Shopping

La produzione locale non ha peculiarità particolari ma sono comunque degni di menzione parei e t-shirt spesso dipinti a mano ed i pesci intarsiati e colorati in legno così come le miniature dei dhoni, le tipiche imbarcazioni maldiviane. Per effettuare acquisti nelle isole locali l’unico strumento di pagamento è il contante in dollari USA, mentre a Male viene accettato anche l’Euro e nei negozi più organizzati anche le carte di credito principali (Visa e Master Card; in alcuni luoghi sono anche accettate American Express, JCB, Diners ed Euro Card).